MARCO MAGNI Buone e cattive scuole

Due madri, uscite piuttosto turbate dal colloquio con gli insegnanti, discutono animatamente tra loro:
– mia figlia deve studiare serenamente, e ci stanno quindici bulli in classe!
– li dovevano bocciare per bullismo, ma ora non si può dire niente…
– gli metti due, così stanno buoni
– ma al Tasso che fanno? il Tasso dicono che è la scuola migliore… (anche l’Orazio è tosto, ma il Tasso…)

Il Tasso è al vertice delle classifiche di Eduscopio, tra le scuole romane. Magari le signore pensano che ci sia arrivato perché al Tasso «bocciano per bullismo» (o perché, magari, al Tasso hanno delle celle d’isolamento nei sotterranei per i filibustieri). Bene, ho riportato questo dialogo casualmente ascoltato davanti scuola come prova del fatto che Eduscopio contribuisce alla «dòxa» banalizzante e moralista, – che poi giustifica, in ultima analisi il «razzismo» che classifica come «buone scuole» quelle frequentate dalla borghesia intellettuale e «cattive scuole» le altre -, altrettanto e forse più delle fake news salviniane.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: