No grazie, il caffè mi rende nervoso

Il regolamento che disciplina la bevuta del caffè al bar: caffè lungo green pass caffè corto free caffè normale segue le regole vigenti tavolo al chiuso green pass all’aperto free caffè macchiato green pass tranne macchiato freddo ma non se è freddo perché si è raffreddato cappuccino solo da asporto consumare ad almeno 100 metri dal locale, vietato per ovvie ragioni il caffè americano. Segue disciplinare su pericolosità del caffè al vetro, dosi consentite di zucchero, possibili correzioni, surrogati e altri intrugli.

Furbofono

Ho avuto uno scambio di battute con il furbofono. Ci tengo a precisare che ha cominciato lui.
– Chiedimi cosa c’è oggi all’ordine del giorno
– Cosa c’è oggi all’ordine del giorno?
– Nel tuo calendario non sono presenti eventi (falso, era in programma un viaggio in treno)
– Ti credevo più intelligente
– Divento più intelligente ogni giorno
– Altroché secondo me sei tutto grullo
– Ecco i risultati della tua ricerca per «grullo»

Non vinciamo mai.

Piccola storia ignobile

Piccola storia ignobile. Siccome dobbiamo gettare una sedia e le zampe di metallo di un tavolo (che si possono gettare in un cassonetto anche in pieno giorno) e l’isola ecologica vicino casa è sbarrata da settimane, ci rechiamo all’isola ecologica di Cinecittà, dove, per rivendicare il diritto a gettare rifiuti ingombranti ci chiedono la ricevuta della Tari. La Tassa dei rifiuti pagata dice il tizio all’entrata, va bene anche una foto sul telefonino. Che naturalmente non ce l’abbiamo perché siamo usciti di casa pensando che portare rifiuti ingombranti all’isola ecologica sia un dovere.

Continua a leggere “Piccola storia ignobile”

Buona Pasqua

Dice la prima pagina di un giornale «a Pasqua molti divieti e poche libertà». Non è vero. Ora vi elenco tutte le cose meravigliose che si possono fare:

finire di leggere quel libro che stava lì dalla fine delle vacanze di Natale
progettare la divisione in gruppi per la classe di cui si è coordinatori in vista della ripresa della didattica in presenza alternata (prima su un pezzo di carta, poi trascrivere in un file di word, poi sul registro elettronico)
realizzare quella ricetta per il primo che tenevate in mente da tempo per la cerchia dei famigliari o coinquilini più un invitato
camminare intorno a casa (fino a 6 km di distanza)­­¹
guardare una serie alla tv (con una pausa per il pranzo)
telefonare ad amici che non si sentono da mesi con la scusa degli auguri
da quale gruppo wa mi depenno a questo giro?

Continua a leggere “Buona Pasqua”

Placebo

Dice l’Economist: «Nella sperimentazione clinica per valutare il vaccino, il 39 per cento di quanti lo avevano ricevuto ha riferito almeno un effetto collaterale, nella maggioranza dei casi dolore al punto dell’iniezione, mal di testa o febbre passeggera. Lo stesso è avvenuto al 28 per cento dei soggetti a cui era stato iniettato un placebo». E questo forse spiega perché chi è stato vaccinato deve continuare a seguire tutte le regole del distanziamento.

Penitenziagite

Lazio rosso domenica ecologica a Roma manca solo che scendiamo tutti in piazza e ci frustiamo a sangue urlando sono pentito per tutti i miei peccati. Intanto è arrivata una circolare: dice, in attesa di chiarimenti da parte delle autorità competenti, le ss. vv. sono pregate di non allontanarsi dalla sede di servizio. E chi si allontana, sono anche in isolamento fiduciario

Miracolo

Alba la presero in duemila il 10 ottobre, nel 1973 un milione di napoletani furono vaccinati contro il colera in una settimana. Cito a caso: governo Rumor, il sindaco un medico democristiano, vaccini sparati da una portaerei Usa da grosse siringhe a pistola (poi vietate) utilizzate in Vietnam, le sezioni del Pci trasformate in centri per la vaccinazione, le vittime 277, la prima il 20 agosto una ballerina inglese, l’ultimo il 19 settembre, ma la liquefazione nell’ampolla non avvenne.

Cultura

Repubblica trova incongrua la nomina di Lucia Borgonzoni sottosegretario alla Cultura perché ha dichiarato di non leggere un libro da tre anni e non perché a proposito di Rosa Maria Dell’Aria, i cui studenti pubblicarono delle slide in cui Salvini veniva paragonato a Hitler, ha detto che «una prof del genere dovrebbe essere cacciata con ignominia e interdetta a vita dall’insegnamento».

Problema

Draghi ha nominato 23 ministri, 15 sono politici e 8 tecnici (15+8=23 stacce), un terzo sono donne (un terzo di 23 è tipo 7,66 periodico, lo 0,66 periodico è Brunetta), tre quarti sono del Nord (anche qua viene fuori un numero periodico, a conferma di quello che c’è scritto sopra). Veniamo al sodo: quante ministre politiche donna del Sud sono state nominate da Draghi?

I buoni propositi per il 2021 (aggiornamento):

Vincere un premio
Per quanto riguarda togliere il saluto a: come comportarsi con chi non risponde al tuo saluto?
La prima volta era distratto
La seconda si è girato dall’altra parte
La terza volta vado dritto
Per quanto riguarda il premio va bene anche se lo vince qualcuno a cui tengo grazie a me
Epicuro, se avesse avuto i social, avrebbe spesso pigiato il tasto «non seguire più»
Per quanto riguarda i buchi nelle mattonelle l’ideale sarebbe trovare qualcuno che deve ristrutturare casa
Il premio potrebbe essere anche la gloria?
Leggere Perrault in lingua originale: fatto. A breve lo schema della bella addormentata alla stazione di Anagnina.