EMANUELE ZINATO Tra pedagogia e disciplina. Note critiche sulla formazione dei docenti

[La letteratura e noi, 12 novembre 2018]

L’egemonia delle “tecniche didattiche”

Questo mio intervento intende sottoporre a una “critica dell’ideologia” l’odierno prevalere della tecnica pedagogica rispetto ai contenuti delle discipline nella formazione degli insegnanti. Le ideologie “sono contemporaneamente vere e false” (Adorno) e sembrano essere al contempo normative e non normative. Le ideologie sono il mezzo attraverso cui i rapporti di dominio penetrano nelle menti divenendo “violenza materiale” (Stuart Hall). Continua a leggere “EMANUELE ZINATO Tra pedagogia e disciplina. Note critiche sulla formazione dei docenti”

SALVO INTRAVAIA Alternanza scuola-lavoro, addio: in arrivo nuove regole (e meno risorse)

[la Repubblica, 2 novembre 2018]

La legge di Bilancio chiude l’attività creata dalla Buona scuola. Già da gennaio esisteranno i “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”. Con una riduzione dell’impegno orario degli studenti e dei finanziamenti agli istituti.

Dopo tre anni, l’Alternanza scuola-lavoro chiude i battenti. Verrà cancellata dal governo gialloverde che taglia le risorse stanziate per realizzarla: circa 20 milioni di euro. L’attività messa in piedi dalla Buona scuola tra mille polemiche per avvicinare il mondo della scuola con quello del lavoro cambia nome e obiettivi, riduce le ore da destinarvi negli ultimi tre anni di scuola superiore Continua a leggere “SALVO INTRAVAIA Alternanza scuola-lavoro, addio: in arrivo nuove regole (e meno risorse)”

ROSSELLA LATEMPA Mega Laboratorio INVALSI: la schedatura psicologica di massa dei minori italiani

[Roars, 26 ottobre 2018]

Una profilazione psicologica di massa degli alunni, a partire dalle scuole elementari, gestita in modo del tutto opaco da INVALSI.  Raccogliere dichiarazioni sull’autostima, la fiducia, o le aspettative future di circa 2 milioni di studenti e considerarli possibili predittori di comportamenti sociali o educativi da adulti, significa confezionare un enorme database di ipotetici profili di cittadini, lavoratori, studenti universitari. Chi sarà il proprietario dei dati psicologici raccolti dall’INVALSI? Quale uso potrebbero farne eventuali soggetti terzi che ne entrassero in possesso? Questo è quanto emerge dalla nostra analisi sulle socio-emotional skills che si conclude con questo terzo post.
Continua a leggere “ROSSELLA LATEMPA Mega Laboratorio INVALSI: la schedatura psicologica di massa dei minori italiani”

ROSSELLA LATEMPA Misurare le soft skills: la Scuola come fabbrica di cittadini «di successo»

[Roars, 24 ottobre 2018]

Perché la diade OCSE-INVALSI ci tiene così tanto a misurare le soft skills? Dalla lettura dei rapporti internazionali OCSE emergono decine, centinaia di possibili correlazioni tra diversi tratti del carattere di bambini-adolescenti e il loro “successo” da adulti. Se sei un americano bianco, maschio e diplomato e sei “forte” nelle soft skills misurate hai una probabilità 4 volte maggiore di finire l’Università rispetto a chi è dotato di soft skill “più ordinarie”. Se invece sei neozelandese e hai 20 anni (ma proprio 20) hai una probabilità doppia di essere “molto felice”. Se sei inglese e hai “basse soft skills“, probabilmente ingrasserai.
Continua a leggere “ROSSELLA LATEMPA Misurare le soft skills: la Scuola come fabbrica di cittadini «di successo»”

ROSSELLA LATEMPA Psico-OCSE: arrivano le misure del carattere dei bambini. E Invalsi collabora in segreto

[Roars, 22 ottobre 2018]

Se siete insegnanti o i genitori di bambini di 10 anni e abitate nei dintorni di Roma, nella scorsa primavera potreste aver ricevuto una comunicazione: INVALSI aveva selezionato proprio il vostro istituto per partecipare ad un’indagine OCSE sulla misura delle competenze socio-emozionali dei bambini italiani. Come già accaduto per lo studio esplorativo sulla prontezza scolastica di bambini di 4-5 anni (progetto INVALSI VIPS) il sito ufficiale dell’INVALSI non riporta alcuna informazione. Soltanto navigando nella sezione ”Amministrazione trasparente” (come dire, laddove non è possibile farne a meno per obblighi di legge), si ritrovano alcuni acronimi chiaramente collegati all’OCSE: “OECD- SSES” o “OCSE -LSEC”.
Continua a leggere “ROSSELLA LATEMPA Psico-OCSE: arrivano le misure del carattere dei bambini. E Invalsi collabora in segreto”

GIANFRANCO SCIALPI Le classi pollaio contesti dove regna la superficialità

[Gianfranco Scialpi, 22 ottobre 2018]

Le classi pollaio, una pessima soluzione organizzativa dove è  difficile incontrare la persona. Esprime la rinuncia alla profondità, a vantaggio di una pedagogia che riduce tutto a prestazione, a omologazione del soggetto educante…

Classi pollaio, dove regna il numero, il calcolo
Le classi pollaio, una pessima soluzione organizzativa voluta e imposta dal Governo Berlusconi IV (2008-11), unicamente per ottimizzare le risorse. Continua a leggere “GIANFRANCO SCIALPI Le classi pollaio contesti dove regna la superficialità”

GABRIELE CINGOLANI La riforma della prima prova dell’Esame di Stato: la scrittura alla (prima) prova

[La letteratura e noi, 15 ottobre 2018]

L’opportunità

Quindi l’Esame di Stato, nel 2019, cambia davvero. Il quattro ottobre il MIUR ha pubblicato una importante circolare che illustra i contorni delle nuove prove conclusive dell’istruzione secondaria in Italia, quelle che a giugno dovranno affrontare circa cinquecentomila studenti. Le novità, in larga parte (ma non del tutto) derivanti dall’attuazione della legge 107, sono rilevanti, e riguardano l’esame nel suo complesso Continua a leggere “GABRIELE CINGOLANI La riforma della prima prova dell’Esame di Stato: la scrittura alla (prima) prova”