Lapsus

Quelle che seguono non sono gaffes, come vengono presentate dai giornali. Così come, sulla bocca di un ministro, «sempre più migliori» non è un refuso. Le gaffes, come i refusi, vengono commessi in buona fede. Fa una gaffe colui che non è stato informato, o ci vede poco, o ha poca memoria. Questi invece sono gli incidenti di chi sa che non doveva dire e l’ha detto al momento sbagliato, o è stato registrato mentre pensava di fare una confidenza. Denota cattiva coscienza. Una finalità. Loro li chiamano lapsus, nel senso di caduta, di non avevo intenzione di, mi sono distratto un momento e guarda che cosa mi hanno combinato. Ma un lapsus non è mai casuale.

I
Aspettando le leggi razziali (25 luglio 2017)

Riassumendo: una tale Patrizia Prestipino, responsabile del dipartimento del PD per la difesa degli animali (l’equivalente della Brambilla in FI. «Un dipartimento del genere nel PD non c’era mai stato – dice, ma senza farsi una semplice domanda – e mi fa molto piacere farne parte»), nonché membro della direzione (ne fanno parte cani e porci, per rimanere in tema), ai microfoni di Radio Cusano Campus difende l’improbabile #dipartimentomamme (il cancelletto è d’obbligo) con l’esigenza di preservare la «razza italiana», a rischio di estinzione. Senza entrare nel merito (non si può sparare alla CRI) ma perché invece di emanare un bonus cultura per i docenti, il PD non se l’è emanato per aggiornare i propri quadri?

ps: dopo, comunque, si è scusata

II
Aspettando le leggi razziali II (15 gennaio 2018)

Un leghista, per rassicurare i propri elettori a un mese dal voto, dice: «Non possiamo accettare tutti gli immigrati che arrivano: dobbiamo decidere se la nostra etnia, la nostra razza bianca, la nostra società devono continuare a esistere o devono essere cancellate». Parole che, giustamente, suscitano un «vespaio di polemiche» (Repubblica), toni apocalittici (La Stampa: «il discorso sulla razza ariana è stato sdoganato»), nonché la sùbita reazione del segretario del PD Matteo Renzi, che stigmatizza: «Ci aspettavamo un dibattito alto, bello, nobile, sui contenuti».

Tempo fa una nota esponente del PD, Patrizia Prestipino, responsabile del dipartimento del Pd per la difesa degli animali e prof (sic), si è espressa in modo simile, appena un po’ addolcito, sulla «razza italiana in estinzione». Reazioni blande, più che altro imbarazzo, distinguo, è stata fraintesa, non parliamone più. E infatti nessuno per fortuna ne ha parlato più.

I fascisti con la spranga ci indignano, invece quelli con il vestito buono possono andare. D’altra parte anche Attilio Fontana ha diritto a smentirsi: «È stato un lapsus, un errore espressivo».

III
Scemo chi legge (28 gennaio 2018)

Un noto esponente del PD, candidato alle elezioni politiche, già noto per aver scambiato la popolazione italiana con la razza italiana, fautore della Buona Scuola di Renzi (il va sans dire), pubblica una foto su instagram che ritrae 4 studenti e la didascalia, molto evocativa, e molto poco ambigua: boia chi molla prof. Punto esclamativo faccina e cuoricino.

Subito presa in castagna, la prof, di materie letterarie peraltro, e quindi anche di storia, sventaglia tutte le giustificazioni che ha imparato dai suoi studenti: «non sono stata io» («il profilo lo gestisce mia nipote»), «è stato un incidente» («trattasi di conversazioni private pubblicate per 26 minuti»), «non è come pensate voi» («non sottendono nessun tipo di malevolenza, in quanto vengono da ragazzi di cui conosco bene animo e carattere, ma sono purtroppo mutuati dai cori delle curve Nord o Sud degli stadi»), «era solo un in bocca al lupo», «che i ragazzi volevano mandarmi. Ovviamente senza dare alla frase in questione un peso di carattere ideologico che pure dovrebbe avere». Il condizionale significa: dovrebbe se lo dicessero gli altri. Manca solo il sempre valido: i problemi sono ben altri.

E un semplice «scusate, non lo farò più».

Per saperne di più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...