Competenze (skills)

Un’esperienza nel volontariato viene registrata nel «libretto delle competenze» sotto forma di un elenco di competenze, acquisite in quel contesto, che potrebbero interessare un potenziale datore di lavoro […]. Come è possibile che qualcosa che a priori rientra nell’ambito del dono e dell’apertura al mondo venga ridotto non solo a un’esperienza di vita individuale, ma a un elenco di abilità acquisite che gli «appartengono» e valorizzano il suo «capitale umano»?
Angélique Del Rey, La tirannia della valutazione

La nozione di competenza include componenti cognitive, ma anche comportamenti motivazionali, etiche, sociali e relative ai comportamenti (sic). Costituisce l’integrazione di tratti stabili, risultati di apprendimento (conoscenze e abilità), sistemi di valutazione e credenze, abitudini e altre caratteristiche psicologiche.
Ocse, The definition and selection of Key Competencies (2005)

Il presupposto alla base della didattica per competenze è che l’istruzione vada immaginata in una prospettiva sincronica e non diacronica. Ossia che la scuola serva alla società di oggi, a – come si dice oggi – «far inserire i ragazzi nella società»; e non per esempio a immaginarne una completamente nuova.
Christian Raimo, Tutto quell’insieme di cose chiamato competenze, in Tutti i banchi sono uguali

[Si intende per competenza] la capacità di mobilizzare (attivare) e orchestrare (combinare) le risorse interne possedute (conoscenze, motivazioni, significati, schemi interpretativi, routine pratiche, ecc.) e quelle esterne disponibili per far fronte a una classe di situazioni sfidanti in maniera valida e produttiva.
Michele Pellerey

È un agire personale in un determinato contesto, in modo soddisfacente e socialmente riconosciuto, a rispondere a un bisogno, a risolvere un problema, a eseguire un compito, a realizzare un progetto.
Ministero dell’Istruzione, CM 74, 10 novembre 2005

La competenza è l’agire personale di ciascuno, basato sulle conoscenze e abilità acquisite, adeguato, in un determinato contesto, in modo soddisfacente e socialmente
riconosciuto, a rispondere a un bisogno, a risolvere un problema, a eseguire un compito, a realizzare un progetto. Non è mai un agire semplice, atomizzato, astratto, ma è sempre un agire complesso, che coinvolge tutta la persona e che connette in maniera unitaria e inseparabile i saperi (conoscenze) e i saper fare (abilità), i comportamenti individuali e relazionali, gli atteggiamenti emotivi, le scelte valoriali, le motivazioni e i fini. Per questo, nasce da una continua interazione tra persona, ambiente e società, e tra significati personali e sociali impliciti ed espliciti.
Circolare ministeriale n. 84 del 10 novembre 2005 del Miur

Del concetto di competenza esistono tante definizioni quanti sono gli autori che hanno scritto sull’argomento.
Edoardo Greblo

Quanto più il mercato del lavoro diviene imprevedibile e indipendente da qualsiasi tassonomia delle mansioni, tanto più il sistema educativo, se vuole preparare i giovani a un ingresso adeguato nel mondo produttivo, si deve trasformare in una filiera formativa orientata alla trasmissione delle più improbabili e aride competenze, indirizzate a una generica e indeterminata «professionalità».
Edoardo Greblo

«Competere» […] nella sua origine da cum-petere non ha nulla di sgomitante, muscolare, darwiniano, bensì significa «andare insieme nella stessa direzione», «correre insieme verso la stessa meta».
Ivano Dionigi, Il presente non basta

Chi non si fida di me e della mia scuola, si levi dai piedi. Non ho alcun interesse a farvi una scuola piuttosto che un’altra. Nessuno di noi conosce il futuro, chi può indovinare che cosa gli occorrerà nella vita? Impara l’arte e mettila da parte! Qualunque cosa facciamo va bene, perché a voi occorre solo la lingua e la lingua è fatta delle parole di tutte le materie diverse messe insieme. Se vi insegnassi solo a disegnare sareste delle bestie che disegnano e non servireste né a voi né a nessuno. Ciascuno di voi deve diventare un Uomo che disegna.
Lorenzo Milani

Potremmo arrivare a perdere la nostra capacità di «concentrarci su un compito complesso dall’inizio alla fine», ma in compenso guadagneremo nuove abilità, come quella di «tenere in piedi simultaneamente 34 conversazioni su sei diversi media».
Sam Anderson, In defense of distraction

La nozione di competenza è una caverna di Alì Babà concettuale nella quale si trovano accatastate, l’una accanto all’altra, tutte le correnti teoriche della psicologia, anche quelle più contrarie.
Marcel Crahay

Un’abilità può ridursi a una destrezza meccanica, mentre chi è competente non solo ci sa fare, ma sa quel che fa. Sembra che nella competenza sia inclusa una qualche forma di consapevolezza dei principi dell’arte praticata, che non è necessariamente implicata nella nozione ordinaria di abilità.
Massimo Baldacci

Le competenze costituiscono il significato dell’istruzione.
Franca Da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: