Competenze (skills)

Il presupposto alla base della didattica per competenze è che l’istruzione vada immaginata in una prospettiva sincronica e non diacronica. Ossia che la scuola serva alla società di oggi, a – come si dice oggi – «far inserire i ragazzi nella società»; e non per esempio a immaginarne una completamente nuova.
Christian Raimo, Tutto quell’insieme di cose chiamato competenze, in Tutti i banchi sono uguali

«Competere» […] nella sua origine da cum-petere non ha nulla di sgomitante, muscolare, darwiniano, bensì significa «andare insieme nella stessa direzione», «correre insieme verso la stessa meta».
Ivano Dionigi, Il presente non basta

A scuola basta che metti «competenze» davanti a qualunque cacata ed ecco che sei diventato chissà quale genio della pedagogia. «Competenze di scrittura» invece di «tema». «Competenze testuali» invece di «analisi del testo».
Il latinorum è vivo.
Niccolò Santelli

Potremmo arrivare a perdere la nostra capacità di «concentrarci su un compito complesso dall’inizio alla fine», ma in compenso guadagneremo nuove abilità, come quella di «tenere in piedi simultaneamente 34 conversazioni su sei diversi media».
Sam Anderson, In defense of distraction

La nozione di competenza è una caverna di Alì Babà concettuale nella quale si trovano accatastate, l’una accanto all’altra, tutte le correnti teoriche della psicologia, anche quelle più contrarie.
Marcel Crahay

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...