FRANCESCO GUCCINI Primavera ’59

Da «Stagioni» (2004)

La giapponese rise con i semi in mano
poi, con un gesto lieve, in aria li gettò,
al volo di piccioni che, planando piano,
con remiganti aperte al suolo si allargò.

La piazza di San Marco si fermò un istante,
Firenze, in primavera, quasi scomparì
e rimanesti solo, là, nell’inquietante
primavera dei vent’anni che nell’anima fiorì

Continua a leggere “FRANCESCO GUCCINI Primavera ’59”