FRANZ KAFKA Il silenzio delle sirene

Da Jorge Luis Borges – Adolfo Bioy Casares, Racconti brevi e straordinari

Una dimostrazione di come risorse insufficienti e persino puerili possano costituire comunque un mezzo di salvezza:

Per difendersi dalle sirene, Ulisse si tappò le orecchie con la cera e si fece incatenare all’albero della nave. Qualcosa del genere, certo, avrebbero potuto fare fin dai tempi remoti tutti i viaggiatori, a parte quelli che le sirene riuscivano a sedurre anche da lontano; ma si sapeva ovunque che era impossibile che questo rimedio funzionasse. Il canto delle sirene pervadeva ogni cosa, e la passione dei sedotti avrebbe spezzato lacci più forti di catene e alberi. Ulisse, anche se forse ne era consapevole, non ci pensò. Confidò pienamente nella sua manciata di cera, nel suo mazzo di catene, e con gioia innocente, tutto contento delle sue piccole astuzie, navigò incontro alle sirene.

Continua a leggere “FRANZ KAFKA Il silenzio delle sirene”