Stronzo

[…] Un tramonto
dorato lungo il fiume dove l’acqua
trascorre luminosa scuote la brezza un melo carico di mele
rosse alcune cadono nel fiume rimbalzano galleggiano seguono la corrente
cantando che mele che mele oh quante belle mele
come zampillassero mele dal tramonto, nella corrente uno stronzo
segue le mele si unisce al canto cantando che mele che mele oh quante belle mele
finché una mela che sa far di conto gli urla taci tu stronzo.

Elio Pagliarani, La ballata di Rudi