Folla

Moltitudine di persone addensata in un luogo.
Vocabolario Treccani

I lettori dei giornali, gli auditori dei programmi radiofonici, i membri di un partito, anche se non fisicamente riuniti in gruppo, tendono a divenire, dal punto di vista psicologico, una folla, a cadere in uno stato di eccitazione in cui ogni tentativo di ragionamento logico ha il solo effetto di stimolare impulsi bestiali.
Joseph Alois Schumpeter, Capitalismo, socialismo e democrazia

Pier Paolo negli anni dell’università schiacciato sulla porta di un tram della linea 19 allo Scalo San Lorenzo che non riesce a chiudersi e quando ci vede sul marciapiede dice venite c’è posto. Il fiato di migliaia di turisti sudati sul 40 express negli anni del Virgilio. Il fiume di gente che manifesta contro la 107 il 5 maggio 2015. Continua a leggere “Folla”