CARLO FORMENTI Meritocrazia e disuguaglianza (su «Contro l’ideologia del merito» di Mauro Boarelli)

[MicroMega, 7 febbraio 2020]

Le opere che mettono in luce la stretta relazione fra ideologia meritocratica e aumento delle disuguaglianze sociali sono ormai molte e significative, vedi il recente, monumentale lavoro di Thomas Piketty, Capital e idéologie.

Particolarmente stimolante, ancorché meno pletorico, mi è parso un pamphlet di Mauro Boarelli dal titolo Contro l’ideologia del merito (Ed. Laterza). Boarelli affronta il tema da un punto di vista gramsciano, nel senso che prende le mosse dalla costruzione egemonica di un senso comune fondato su un set di parole che svolgono a priori il ruolo di marcatori di valori positivi, senza che nessuno ne interroghi più il senso.

Si tratta di parole feticcio come trasparenza. Chi oserebbe mettere in dubbio che l’invito a fare delle istituzioni una “casa di vetro” sia di per sé cosa buona e giusta? Continua a leggere “CARLO FORMENTI Meritocrazia e disuguaglianza (su «Contro l’ideologia del merito» di Mauro Boarelli)”