PAOLO CONTI Notte del liceo classico, ecco a cosa servono il latino e il greco nel 2020

[Corriere della sera, 15 gennaio 2020]

«Ginnastica mentale»

Ogni anno si celebra una specie il rito in onore del liceo classico. E alla fine si raccontano un po’ sempre le stesse storie. Il latino e il greco come «ginnastica mentale», come strumenti (per dirla con Boris Johnson) per comprendere la radice delle strutture linguistiche e come possibilità di impadronirsi della capacità di espressione. Mario Draghi, in questa battaglia a favore delle lingue dell’antichità (che non sono «lingue morte» perché vengono studiate e correntemente utilizzate negli studi non solo accademici) viene tirato in ballo continuamente Continua a leggere “PAOLO CONTI Notte del liceo classico, ecco a cosa servono il latino e il greco nel 2020”