Questo è un panino (molto pane e poco salame)

Quello che sto per dire non si riferisce a nessun fatto politico recente.
 
C’è un presidente che per brevità chiamerò Flacco Lucido, che non è un anagramma. O, qualora lo fosse, non mi è venuto niente di meglio.
 
Egli va in un congresso di non meglio precisati personaggi del mondo cattolico per fare dichiarazioni che possano fare notizia. I quali grazie a questa presenza mietono un’insperata notorietà.
 
La notizia è che la scuola pubblica fa schifo, che gli insegnanti fanno schifo, che i genitori sono presi per i fondelli da questi insegnanti che fanno schifo, che però sono obbligati a mandarceli perché è gratis invece quell’altra, la scuola privata, si paga e via di questo passo.

 
Non è neppure una novità, la notizia è che ha usato toni che faranno scatenare delle grasse polemiche.
 
Anche per via del fatto che in tema di educazione questo presidente ha poco da insegnare all’opinione pubblica. Qualora esistesse un’opinione pubblica.
 
Le polemiche arrivano naturalmente a stretto giro di posta. Non solo i comunicati stampa dei vari dirigenti dei partiti rappresentati in parlamento. La rete si riempie di appelli, di link, di insulti. Qualcuno discute, qualcun altro evoca una dittatura, qualcuno chiede dimissioni, qualcun altro infine propone di fare l’uomo sandwich e andare in classe con un cartello: io sono orgoglioso di appartenere alla scuola pubblica. Io faccio tutte queste cose. Scrivo anch’io sono orgoglioso di appartenere a una scuola che per fortuna è ancora un argine a quello che vorrebbero inculcargli i loro genitori rincoglioniti da mediaset premium.
 
Puntuale arriva la smentita. Il presidente è stato travisato. Lui parlava solo della libertà di scegliere la scuola che meglio si confà. Che gli insegnanti della scuola statale si riparano dietro il valore legale del titolo di studio. Che sono una burocrazia che non vuole essere valutata. Che naturalmente non sono tutti da buttare ma qualcuno fazioso c’è. Insomma, le stesse cose, con un tono leggermente più vellutato.
 
In sintesi, il panino. L’importante è che anche oggi si è parlato solo delle minchiate che ha detto questo signor Flacco Lucido. Parlato Parlato Parlato.
 
(28/2/2011)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...