Marketing

Il ministro Bianchi dice che alla scuola manca un pochino di marketing. Ora, a parte l’espressione becera, non si può fare a meno di notare che si tratta dell’ultimo segmento del programma di aziendalizzazione della scuola pubblica. Il confezionamento. Quando lui dice che le/gli studenti non si ritrovano in una classe più piccola, implicitamente indica la strada, nascondendo una realtà imbarazzante, le classi pollaio, dietro l’immagine della scuola affettuosa, dove campeggiano la compagnia, la protezione (non per nulla ha parlato di bambini) e il calore. Già, perché, viene da sé, se le classi si riducono, sarà necessario alzare la temperatura dei termosifoni. E questo inciderà sui cambiamenti climatici. Voi siete per caso a favore del riscaldamento globale?

MODERNA CITY RAMBLERS Nostra signora dei depistati

Da «Niente di nuovo sul fronte occidentale» (2013)

A Roma in via dell’Acquasparta,
nelle cantine di un vecchio palazzo,
c’è un armadio chiuso verso il muro,
da oltre quarant’anni sempre al buio.
Tra polvere, fascicoli e altre carte,
memorie di guerra e documenti,
troverai una carta da gioco
con il sorriso indecifrabile di un’algida regina.
E allora penserai a qualche scherzo
chissà cosa significa quel numero?
Chissà chi è passato e quando è stato?
Cosa voleva dire in quel modo? Continua a leggere “MODERNA CITY RAMBLERS Nostra signora dei depistati”