To everything turn, turn, turn

Il ministro Fioramonti da quando si è insediato a viale Trastevere ha abolito il bonus per i meritevoli, il crocifisso in classe, le tre buste per il colloquio dell’esame di Stato (non è una lotteria) e l’obbligatorietà dei test invalsi in terza media. Ma, ministro Fioramonti, fallo un decreto ogni tanto.

Come obiettivo il ministro Fioramonti vuole ridurre drasticamente il precariato. Sa che però è un obiettivo difficile da raggiungere, specialmente a costo zero. Si accontenta di passare da 170.000 a 100.000 unità in un anno. Rispetto agli annunci con cui si è presentata la ministra Giannini ai tempi della Buona Scuola, gli va riconosciuta per lo meno l’onestà intellettuale.

Intanto in una scuola della provincia di Roma manca tutto. La segreteria è inesistente e parecchie cattedre sono scoperte. I pochi insegnanti si sono improvvisati segretari, lasciando le classi ai collaboratori, per chiamare i supplenti dalle graduatorie. Però al collegio hanno nominato il referente Invalsi. Imprescindibile: senza il referente Invalsi la scuola crolla.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: