Lavoro

Adèlia, parlavamo di traduzioni, che lei faceva la traduttrice anche lei, poveretta. Ma lei le piaceva tradurre. E mi diceva Cosa ti lamenti, che lavori sei, sette giorni al mese? E poi, mi diceva, Voltaire sosteneva che il lavoro nobilita l’uomo. Spinoza, le rispondevo, diceva che Voltaire non capiva un cazzo. Guarda, diceva Adèlia, che Spinoza Voltaire non lo conosceva, che quando è morto Spinoza Voltaire doveva ancora nascere, diceva Adèlia. Ah sì, le dicevo.

Paolo Nori, Spinoza