Le 10 domande fondamentali del 2018 (Faq 2)

Prof, si scrive la metrica o l’ametrica?
Prof, meglio le canne o le sigarette?
Prof, lei è cristiano?
Prof, chi ha cominciato a tramandare la storia?
Prof, ma è vero che Cesare era gay?
Prof, il sole splende come non è mai splenduto o come non è mai spleso?
Prof, ma lei come si chiama su Instagram?
Prof, cosa sono i fondelli?
Prof, si dice la Conad o il Conad?
Prof, la moglie di Montale era ipovedente?

Sobrietà

Il concetto di sobrietà è un principio intorno al quale organizzare la società e la nostra vita individuale in modo da permettere a tutti di soddisfare i bisogni fondamentali, cercando di consumare la minor quantità possibile di risorse e di produrre la minor quantità possibile di rifiuti.

Francesco Codello, Né obbedire né comandare

Lasciamoli lavorare (10)

L’opinione di Salvini sulla scuola in 5 punti in una conversazione con skuola.net riassunta da scuola informa. Aria fritta, rifritta e riscaldata.

Autogestioni studentesche: è favorevole. Anche lui, come Faraone, a 15 anni ha autogestito: «sì dunque all’autogestione come strumento di espressione, purché non sia accompagnato da atti vandalici». Se cade in questo periodo dell’anno, come spesso succede, si può fare il presepe autogestito.

Sicurezza. Grandi numeri. Trovati 7 miliardi per la manutenzione delle scuole. Di cui 2 milioni e mezzo già spesi per sindaci e presidi in difficoltà. In tema di sicurezza-sicurezza, Salvini vanta il sequestro di 5 kg di droga nelle scuole. Continua a leggere “Lasciamoli lavorare (10)”

ROSSELLA LATEMPA Test Invalsi: l’illusione morale di una giustizia che non c’è

[La scuola delle 3 i, 18 dicembre 2018]

Non convince quanto scrive Chiara Saraceno sulle pagine di Repubblica («I test Invalsi per una scuola più giusta»), a commento delle recenti voci su una revisione/fusione degli enti preposti alla valutazione del sistema di Istruzione pubblico.

Non convincono né il titolo – il test strumento di giustizia sociale- né le argomentazioni – gli insegnanti che si rifiutano per principio di essere valutati – che hanno fatto da grancassa alla progressiva trasformazione neoliberale dell’istruzione italiana, in un contesto globale. Continua a leggere “ROSSELLA LATEMPA Test Invalsi: l’illusione morale di una giustizia che non c’è”

CARLO SCOGNAMIGLIO La sindrome impiegatizia sta invadendo la scuola

[Contropiano, 10 dicembre 2018]

A novembre si sono svolte le elezioni per il rinnovo dei Consigli di Istituto in scadenza.

Si tratta di un organo di controllo e di indirizzo molto importante, che non ha solo il compito di contribuire alla valorizzazione dell’offerta formativa, ma anche quello di tutelare la scuola della Repubblica da pericoli vecchi e nuovi.

Da alcuni anni, infatti, il problema non è più quello della concorrenza tra scuola pubblica e scuola privata Continua a leggere “CARLO SCOGNAMIGLIO La sindrome impiegatizia sta invadendo la scuola”

Lasciamoli firmare

Questa settimana tiene banco l’aumento di stipendio dei dirigenti. 540 euro al mese lordi contro i 540 euro in 48 mesi, lordi, dei docenti. Che sono, il va sans dire, indignati. Qualcuno ha scoperto che i sindacati firmano tutto e non tutelano i lavoratori.

Ma pochi hanno notato un documento che è girato in questi giorni in cui i sindacati, gli stessi che firmano tutto, difendono la buona alternanza contro i tagli alle ore e ai fondi ventilato dal governo del cambiamento Continua a leggere “Lasciamoli firmare”

La Cenerentola

Fiaba emiliana raccolta da Caterina Pigorini Beri e tradotta da Sebastiano Vassalli

C’era una volta un re che aveva tre figlie. Le due più grandi invidiavano la più piccola perché era più bella e più buona e perché il re le voleva più bene: temevano che il padre la sposasse in casa per poi lasciarle il trono e non perdevano occasione di trattarla male, la facevano stizzire con le loro chiacchiere e i loro dispetti.

Tutte le mattine le figlie andavano dal re per dargli il buon giorno e per chiedergli se aveva riposato bene. Ora, bisogna sapere che questo re aveva tre troni Continua a leggere “La Cenerentola”