Sedia

Davanti a me c’è una sedia. Una bella sedia rossa in legno con quattro gambe, il sedile su cui sedersi, lo schienale. Esiste, la sedia, di per sé? Ovviamente sì: esiste indipendentemente da me. Ma, un momento: noi la chiamiamo sedia perché la usiamo per sederci. Ci sarebbe il concetto stesso di sedia, senza l’umanità che si siede? Forse no, ma anche se qualcuno non fosse a conoscenza della funzione di una sedia, i suoi componenti esisterebbero comunque, il legno rosso e lucido di cui è fatta sarebbe lì di per sé. Ma cosa significa «rosso»? Essere rosso si riferisce a un’interazione tra il legno, la luce e particolari recettori dei nostri occhi. La maggior parte degli animali non vede i colori come gli umani. Quindi la sedia è rossa rispetto a me, non di per sé.

Carlo Rovelli, Tutto è relazione, «New Scientist», tradotto da «Internazionale». 1407, 30 aprile 2021