Matrimonio

Matrimonio (s. m.): lo stato o condizione di una piccola comunità, costituita da un padrone, una padrona, e due schiavi: in tutto, due persone.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo

«Eh, il matrimonio è una cosa strana, Mike» disse una volta Harold con il vento che gli disperdeva il vapore della voce oltre la spalla. «Uno può andare avanti per anni senza nemmeno sapere con chi è sposato. È un enigma».
Da Richard Yates, Il vento selvaggio che passa

Ricordi quel mattino? Quando sono venuto a prenderti
Per andare a sposarci e quando siamo entrati in
Quell’ufficio, tu mi hai detto: «Ma dove mi hai portato?»
Ho detto: «Eh ti ho portato qui per sposarti» e tu
Ridevi, poi a poco a poco sei diventata seria
E poi piangevi e io ridevo.
Piero Ciampi, Il lavoro

Considero l’accoppiamento legale una stoltezza. Sono sicuro che otto mariti su dieci sono cornuti. E se lo meritano, se hanno avuto l’imbecillità d’incatenare la loro vita, di rinunciare al libero amore, l’unica cosa bella e allegra di questo mondo, di tarpare le ali alla fantasia che ci spinge senza posa verso tutte le donne.
Da Guy de Maupassant, Lui?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: