EDWARD BUNKER Un altro drink

[Da «Come una bestia feroce», pp. 83-5]

Il mio bicchiere era ormai vuoto: l’avevo scolato più velocemente di quanto avessi intenzione di fare. Il giovane barista se ne accorse e si avvicinò. Aveva capelli lunghi, il volto magro e pallido. Gli feci cenno di versarmi un altro drink. – Senti, sono fuori città da un po’. Come faccio a mettermi in contatto con Rick DeLavelle?
– Sei stato via un bel pezzo, amico. È morto tre anni fa.
– Sul serio? E com’è successo? Continua a leggere “EDWARD BUNKER Un altro drink”