Labor lime

«La solitudine del satiro», 8 marzo 2015

Cosa caratterizza la poesia di Orazio? Il labor lime. Era una specie di poeta del gelato.

Ho chiesto cosa consiglia Orazio a Taliarco.

Il migliore rimane quello che a Taliarco m’esce (deprome) un quartino di vino (quadrimum merum) dal frigo (frigus). D’altronde a casa mia escimi le melanzane dal frigo si diceva.

Orazio invita il suo amico Taliarco di cui però non siamo certi dell’esistenza ad ammirare il paesaggio e a lasciare tutto il resto agli dei.

Orazio invita Taliarco a bere il vino e accendere il fuoco per combattere il freddo.

Orazio ha scritto l’Ars poetica come allegato alle Epistole.

Evito di trascrivere la traduzione di «silvae laborantes»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: