Freschi (stare)

Molto curiosa è la storia dell’espressione familiare stare freschi […]. La fonte potrebbe essere Inferno, 32 117⁵, nelle parole sarcastiche di Bocca degli Abati che, stizzito perché è venuta fuori la propria identità nonostante i suoi sforzi nel tenerla nascosta, svergogna gli altri suoi compagni di pena, sciorinando i loro nomi a Dante e ribadendo la condizione infamante di traditori della patria che li ha posti in un uno stagno gelato, appunto là dove i peccatori stanno freschi».

Luca Serianni, Parola di Dante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: