Incidenti di percorso

Quella volta che parcheggiando avete leggermente ma proprio leggermente pestato le strisce pedonali e al vostro ritorno avete trovato ad aspettarvi bella nel suo involtino impermeabile la letterina dove vi si contestava il reato e vi si intimava di presentarvi al comando di non so quale polizia con il contrassegno dell’assicurazione che stranamente era al suo solito posto perfettamente valido e solo allora siete stati assaliti dal dubbio e mentre guardavate l’importo che avrebbe fatto stramazzare un bue vi siete accorti che il multato era un altro e così oggi offrite da bere a tutti quelli che vi capiterà di incontrare.

Quella volta che raccontavate a un collega in sala prof dopo tre ore di colloqui con i genitori le disavventure successe il giorno prima e lui vi faceva notare che oggi è venerdì 13 e voi giù a dire che non è vero che porta sfortuna molto peggio il giovedì 12 e dopo questo insulso colloquio siete scesi alla fermata dell’autobus sotto la pioggia Continua a leggere “Incidenti di percorso”

FRANCO BATTIATO Povera patria

Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos’è il pudore,
si credono potenti e gli va bene quello che fanno;
e tutto gli appartiene.
Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!
Questo paese è devastato dal dolore…
ma non vi danno un po’ di dispiacere
quei corpi in terra senza più calore?
Non cambierà, non cambierà
no cambierà, forse cambierà.
Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali? Continua a leggere “FRANCO BATTIATO Povera patria”

ALESSANDRO BARBERO Abbattere le statue è un’idiozia

[«Il Foro», 17 giugno 2020]

Io penso che la revisione delle glorie e dei grandi personaggi della nostra civiltà occidentale abbia delle ragioni e fino a un certo punto ci permetta una visione più ampia della storia: non c’è dubbio che la colonizzazione dell’America è stata una grande avventura per i coloni europei, e una grande tragedia per le popolazioni indigene, e così via. La revisione però deve fermarsi qui. Se si comincia a sostenere che la colonizzazione dell’America è stata solo una grande tragedia e non anche una grande avventura, si cade nell’errore opposto e si smette di nuovo di capire la storia nella sua complessità, per tornare a vederla in forma appiattita e moralistica.
Quanto poi alla specifica forma assunta dal revisionismo politicamente corretto in questi ultimi tempi, con la caccia alle statue, la trovo sbagliata da cima a fondo e molto pericolosa.
Continua a leggere “ALESSANDRO BARBERO Abbattere le statue è un’idiozia”