IL MURO DEL CANTO L’amore mio non more

L’amore nostro tu lo butti ar fiume
Senza giratte e senza ave’ dolore
Io me ce tuffo e lo riporto a riva
Lo tengo appiccicato addosso ar core

Er male che m’hai fatto nun è niente
Nun m’è sembrato poi così speciale
Er bene resta a me che è roba mia
Te lascio a lavora’ de fantasia

Ma si te viene freddo quann’è sera
Scordate qual è la porta mia
C’ho er foco acceso e nun me manca niente
Figurate si cerco compagnia

Er male che m’hai fatto nun è niente
Nun m’è sembrato poi così speciale
Er bene resta a me che è roba mia
Te lascio a lavora’ de fantasia

Ma l’amore mio nun more mai
S’è fatto er nido a do’ casca’ la sera
Co st’amore mio nun se sa mai
Si piagne o ride ma nun vole più padroni

L’amore nostro è stato na commedia
Ma nun m’ha fatto ride manco un’ora
è stato solo un giorno primavera
E pure si ce penso me consola

Er male che m’hai fatto nun è niente
Nun m’è sembrato poi così speciale
Er bene resta a me che è roba mia
Te lascio a lavora’ de fantasia

Ma l’amore mio nun more mai
S’è fatto er nido a do’ casca’ la sera
Co st’amore mio nun se sa mai
Si piagne o ride ma nun vole più padroni