Quelli che l’anno scorso mia figlia aveva 8

[La scuola deve cambiare, 22 ottobre 2016]

12 ottobre

Un genitore dice io vi ammiro voi prof per la passione per la preparazione, la pazienza, la serietà. E anche l’abnegazione, il mettersi sempre in gioco, non so che altro. Avete la fortuna di stare sempre in mezzo a dei ragazzi. Ma del resto avete un bello stipendio.
Dice?
Siete pagati bene per fare un lavoro part time.

3 novembre

Chiedo alla mamma della ragazza dai capelli strani perché ha due telefoni. Dice che è sempre scarico, così non ha scuse. Ma portati una cabina no?

12 novembre

Una signora si vanta dei progressi della figlia: si cominciano a vedere gli effetti della cura.
Fa una cura?
Hehe appena si alza dal tavolino giù botte.

E se non la pisto io ci pensa il fratello.

12 dicembre

Ricevimento natalizio, prima manche.
Quelli che glielo dà un libro da leggere per le vacanze? sì ma per favore poi fa anche una verifica perché se non fa una verifica il libro non lo leggono.
Quelli che siamo andati da Feltrinelli e gli ho comprato 10 libri e poi me li sto leggendo io.
Quelli che gli sto facendo leggere Gramsci.
Quelli che il suo collega di matematica ha dato 77 esercizi a tutta la classe per punizione e le sembra giusto (a me, sì)
Quelli che mio figlio è molto timido e tu non diresti. Sì, ma con gli adulti.
Quelli che l’anno scorso mia figlia aveva 8.
Quelli che me lo spiega questo 6 perché l’italiano è la nostra lingua, no? (e io, sì certo)
Quelli che gli ho firmato tutto il libretto delle giustificazioni tanto ormai sa fare la mia firma e comunque tra poco è maggiorenne.

Tutti hanno promesso che il proprio figlio o figlia comincerà a studiare nel secondo quadrimestre.

13 dicembre

Ricevimento natalizio, seconda manche.
Prof ma lei ha studiato anche la didattica o solo le materie che insegna? No perché sa in Inghilterra i prof guardano gli studenti negli occhi quando spiegano. Lei li guarda gli studenti negli occhi quando spiega?

Prof su cosa sarà il compito? Su Leopardi. E l’interrogazione? Su Leopardi. Scusi ma che noia.

Cosa manca ad Alice? Ad Alice manca l’interesse per la materia. Sì è proprio vero prof, ma per favore se può la prenda da parte e glielo dica anche lei ad Alice che deve studiare, che deve avere più interessi, forse a lei l’ascolta, prof.

Prof non dovrei dirlo ma secondo me dovrebbe dare più compiti in classe, per noi genitori sarebbe più facile seguirli.

Per non parlare di quelli che ti dicono come fa a prendere voti alti che non apre mai un libro?

Ho ricevuto pochissimi genitori, troppi colpi sono rimasti in canna.

ps: ho sparso la voce che un genitore mi ha suggerito un sistema per impedire agli studenti di copiare le versioni da internet. La pulce nell’orecchio.

2 febbraio

Un genitore è giustamente preoccupato: Marco sta diventando un fascista. Vorrebbe che io, in quanto prof di storia, facessi qualcosa perché Marco, a me, non mi ascolta, qualsiasi cosa dica o faccia sortisce l’effetto opposto. Gli parli della Resistenza.

28 marzo

Il padre di Martina ha detto molto preoccupato che la figlia fa cose stranissime. Una è che nega di aver fatto una cosa. Nega anche l’evidenza. Dice ho fatto questo e invece ha fatto quello. L’altra, ancora più inquietante, un giorno ha spento il telefono per 4 ore. Non si sapeva più dove fosse.

10 aprile

Ricevimento di primavera, prima manche.
(Ai colloqui oggi dico solo la verità).

Non è vero che mio figlio non sa il latino

beh certo non lo sa come lei.

Prof lei ha un sito… è quello con tutti i simboli del M5S? #quellaèlaporta #avantiunaltro

Vuole scappare prof le presto i miei vestiti?

Quanti genitori ci sono dopo di lei? No, mi scusi, me ne vado.

Sara non esce più. La tengo sotto pressione, non ha scampo.

Sara, la stessa di prima, adesso le ho messo alle costole una ragazza per il latino. Le fa fare frasi su frasi dall’italiano.
Ma perché mai?
Perché così non copia.

Giacomo la mattina per prima cosa apre la finestra della camera per far entrare il Giorno. È una cosa che ha letto su internet (i genitori sono due medici).

Ha letto Gli sdraiati? (in realtà no) Lorenzo è uno sdraiato, torna a casa e si butta sul letto. Studia sul letto, fa tutto sul letto fino alla sera. Si può studiare sdraiati?

Tutti i genitori sono concorsi sul fatto che i figli dovrebbero leggere dei libri. Sono tutti grandi lettori di libri.

11 aprile

Ricevimento di primavera, seconda manche.
Molti genitori sottolineano l’importanza del latino. Ma non è a me che dovete dirlo. Eccerto, a mio figlio lo dico tutti i giorni.
Una mamma per fortuna mi ricorda le cose come stanno: cosa dovrebbe fare mio figlio per recuperare il 3? Farsi interrogare. Ma volontario, in latino, che è matto?
Un padre, con l’aria del professore universitario, molto distinto, molto disinibito afferra il compito della figlia che ha preso un 4 dopo diversi 7 e 8 e comincia a discutere errore per errore. Questa cosa dura un bel po’.

19 aprile

Sono tutte e due sedute di fronte a me, la mamma e la figlia. La figlia ha un cappello di traverso da cui vedo gli occhi per metà. Mi lancia qualche sguardo diffidente. Che vuol dire vacci piano che questa morde. Quasi sempre in questi casi mi produco in frasi di circostanza che non dicono niente. Tipo. Provi a darle più fiducia oppure meno. Il latino richiede esercizio. Troppo esercizio no diventa controproducente. Più che altro se uno ci perde tanto tempo c’è qualcosa che non va. In tutte le cose ci vuole rigore, autodisciplina. In tutte, no. Chiuderla in casa per il fine settimana non è una buona idea tra l’altro fa pallavolo a livelli alti e va in trasferta anche lontano. Ma è un’attività sportiva. Di certo la bambina crescerà, meglio se è sveglia piuttosto che addormentata. Ma sveglia in che senso. Una spina nel fianco.

31 maggio

Mi è capitato poche volte di insegnare vicino casa. Evito situazioni come questa. Anzi, forse questa supera la mia immaginazione. Fino a questo punto mi accontentavo di credere che il massimo poteva succedermi fossero incontri formali con genitori con il coltello tra i denti che bofonchiano buongiorno buonasera o figli a spasso da intruppare mentre peso la frutta sulla bilancia o frugo lo scaffale delle olive indeciso tra snocciolate e intere. Ecco, stavo appunto frugando quando mi appare, dall’altro lato della corsia, una mamma che ben conosco con al fianco l’immancabile Valeria, detta la tartassata. Scivolo via inosservato quanto basta ma una parola detta a un’altra signora, che poi saprò essere la mamma di un’altra Sara più attrezzata scolasticamente, mi inchioda all’altro lato dello scaffale dove fingo di interessarmi ai vini in tetrapak. Scusate, che schifo. No più che altro la seguente battuta: tanto il prof cioè io se ne va in vacanza mentre Valeria a casa a studiare. Valeria io non la so apprezzare perché invece la prof di matematica ha detto che ci sa fare. Non che sia un genio, no, però se la metti davanti a un’operazione lei si sforza e poi riesce (improbus labor, avrebbe detto Virgilio, il lavoro infaticabile viene sempre premiato). E infatti va male solo con me che insegno italiano, latino, geografia, tutto quanto, e pure grammatica. Sento cinguettare Valeria: il prof non lo vuole capire che a me il latino non mi riesce. La mamma: sono andata a parlarci all’inizio del quadrimestre, ma niente, questo non lo vuole capire che Valeria il latino non ci riesce. Eh, dice la mamma di Sara, la scuola deve essere riformata dalle fondamenta. Ma intanto si allontanano e non posso seguirle. Afferro una battuta: quella di inglese parla siciliano stretto non si capisce niente.

Dovere di cronaca: Valeria è stata bocciata, niente debiti da recuperare in estate. L’unica sufficienza in geografia.

11 giugno

Lo sa – protesta la mamma di una ragazza a cui ho dato il debito in storia – che la storia si trasmette ai figli attraverso il latte materno?

La stessa mamma, in un altro punto del monologo, dice: quando un professore prende in consegna un alunno, alla fine dell’anno lo deve far uscire migliorato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...